L'avez del Prinzep, era l'abete bianco più alto d'Europa

L'avez del Prinzep, era l'abete bianco più alto d'Europa

Nel corso di un intero anno lavorativo, succedono innumerevoli cose più o meno degne di nota, alcune molto interessanti,...

Per me, una delle cose più belle e coinvolgenti del 2018 è stata senza alcun dubbio la splendida esperienza sull'altopiano di Lavarone. Ve la racconto!


Una mattina di gennaio, mi telefona Damiano Zanocco, il custode forestale di Lavarone e mi spiega che dopo un'attenta ricerca in rete, visitato il mio sito web, decide di chiamarmi per chiedermi di partecipare alla realizzazione d'oggetti di pregio, utilizzando il legno del famoso Avez del Prinzep (o Avez del Prinzipe), caduto per opera del forte vento una notte nell'autunno precedente.


Devo ammettere che, non conoscevo la storia centenaria dell'avez, tanto meno che fosse l'abete più grande d'Europa. La vicenda m'incuriosì molto e l'idea di poter creare qualcosa con una piccola parte dei "resti" del povero abete mi affascinava,... ancora oggi moltissimo. Zanocco aggiunse che Il fine ultimo dell'intera attività, (che vede ancora oggi il coinvolgimento di tutta l'amministrazione di Lavarone e non solo) è di raccogliere il denaro necessario per finanziare l’area e il sentiero dei giganti, e proteggere altri cento abeti che sorgono nella zona dove era cresciuto l’Avez del Prinzep. 

Il forte legame con il proprio territorio, ancora una volta, evidenzia quanto si possa sempre fare per migliorarlo, preservarlo. In questo specifico caso, la comunità di Lavarone con la sua forza di volontà l'ha dimostrato appieno e merita tutto il nostro appoggio.
L'unica cosa che mi lascia amareggiato è di non avere avuto la fortuna di vedere l'avez nel suo pieno splendore, ma vi assicuro che visto anche "sdraiato" nel bosco, dopo la sua rovinosa caduta, lascia ancora stupefatti per la sua maestosità.
Pensate che quest'abete bianco con più di 250 anni, alto ben 54 metri e con una circonferenza di 5,6 metri. Era l'abete più grande d'Europa.

   

Il taglio del tronco: con la parte più grossa, saranno realizzate una decina di rotelle spesse 20 cm dal diametro di 1,3 metri (che possono pesare anche 200 kg) da consegnare ad enti quali il Muse, l'Università di Padova, ed i Distretti Forestali trentini.

Inoltre, i rami più belli della pianta, sono stati tagliati in sezioni che evidenziano in molti casi, splendide pareidolie che riconducono a forme di oggetti o profili e possono essere acquistate da chi desidera conservare un cimelio. Per questo, sono state realizzate  5.000 rotelle di ramo. Non una di più. Dopo un periodo di asciugatura e stagionatura di 2-3 mesi, le rotelle sono state tutte marchiate e singolarmente numerate al laser 

Sono state molte nel corso dell'anno le mie visite a Lavarone, sempre piacevoli e interessanti, nel corso delle quali ho avuto modo di approfondire con Damiano e con il sindaco di lavarone Isacco Corradi, il seguito dell'attività condividendo idee e suggerimenti, tutti finalizzati a valorizzare lo splendido legno dell'avez.  Fu proprio in uno di questi incontri che proposi di realizzare una scultura tornita con una piccola parte di tronco dell'avez, che avrei poi donato al comune di lavarone in segno di un mio personale contributo.  Per l'occasione si è tenuta una mostra personale di quindici giorni nella sala esposizioni del comune a Gionghi di lavarone nella quale ho presentato e donato la scultura. 

E poi, ancora, l'idea di realizzare una serie di penne particolari con i pezzi più pregiati dei rami opportunamente stagionati e altra oggettistica ancora in corso di valutazione e progettazione.

               

Uno degli eventi di presentazione del progetto e le prime penne a sfera e stilografiche realizzate     


Alcuni dati interessanti:

L'Avez del Prinzep è stato segnalato dal Corpo Forestale dello Stato quale albero monumentale d'Italia sito nel comune di Lavarone (TN), in località Malga Laghetto.

E' schiantato il 12 novembre 2017 a causa di un forte vento.

Era alto 54 metri e aveva una circonferenza di 5,6 metri.

Potete trovare molte altre informazioni e approfondimenti sulla pagina Facebook, che riguardano l'avez e le attività correlate, ma anche dove e come acquistare le rotelle, le penne, e in un prossimo futuro altra oggettistica pagina facebook dedicata  

Share: